Auguri Carlè!

Oggi Carlo fa 70 anni. Impossibile da immaginare, per me è sempre quel ragazzo che sorride a Eleonora Giorgi sulle scale del palazzo. Era il 1982, io sarei nato l’anno successivo e Verdone esce con Borotalco, uno dei film più belli di sempre. Che dopo quasi 40 anni è ancora qui a fare da colonna sonora alle nostre vite con le sue battute, i suoi balletti, l’infinita classe di Manuel Fantoni a cui tutti almeno un giorno della nostra vita ci siamo ispirati: ammazza le cazzate che gl’ho raccontato!

Quello che spesso succede è che nella vita ci troviamo più spesso a essere Sergio Benvenuti: impacciati, insicuri, con la fidanzata, i suoceri, i datori di lavoro e il mondo in generale che ti rompe i coglioni: è lì che la voglia di prendere un cargo battente bandiera liberiana si fa sentire, o la voglia di mandare tutti a quel paese come fa Pasquale Ametrano in Bianco Rosso e Verdone.

Carlo è sempre stato bravo a raccontare quest’Italia che se vuole ce la fa, se vuole gliel’ammolla e riesce a sorridere. Gli Italiani ci sono tutti: dal mammone allo spaccone, dall’ansioso al perfettino, dall’arrogante al prepotente: Carlo Verdone è l’Italia e i suoi personaggi siamo noi, nel bene e spesso nel male.

C’è il Carlo che ti fa riflettere. Anzi come direbbe qualcuno, fa ridere ma anche riflettere. Compagni di scuola è il più grande film corale mai fatto, un campionario di bestialità raccontate perfettamente da un cast stellare: c’è l’onorevole cattivo, il cantante fallito, il secchione mai domo e l’italiano arricchito, un Angelo Bernabucci da Oscar di cui tutti conoscono le battute a memoria e a cui spesso si fa riferimento quando si sfotte qualcuno (a me a battuta me piace) o quando vogliono rifilarti qualche sola. Delle battute immortali, dei personaggi scolpiti nella pietra e a 32 anni dal film mi rendo conto che potrà arrivare tutta la tecnologia che voglia ma se ci guardiamo bene allo specchio. chi in un modo e chi in un altro, siamo ancora quei compagni di scuola.


Negli anni ’90 molti bei film, molti spaccati del nostro paese: Carlo che fa il Dj in Al Lupo al Lupo, un viaggio alla ricerca del padre e della propria affermazione, il figlio che non ce l’ha fatta di una famiglia di artisti, una perfetta fotografia dell’Italia dei primi ’90, giratoun momento prima delle monetine a Craxi. Battute memorabili (a senzatetto!) per un ottimo film in compagnia di Francesca Neri.

Carlo poi riesce ad essere estremo senza mai essere troppo volgare. La romanità genuina ma un passo prima dell’essere coatta. Gallo Cedrone, un campionario di macchiette che ritroviamo in ogni bar, piazza e supermercato. Un film che preconizza l’avvento dei 5 stelle al campidoglio, con quel ma er Tevere ce serve? a cui penso ogni volta che sento Paola Taverna urlare qualche stronzata. Gallo Cedrone è assolutamente un film da vedere.

Dai banchi di scuola alle poltrone dello psicanalista, ma che colpa abbiamo noi(2003) racconta perfettamente le insicurezze e le aspirazioni fallite del nostro paese, tra problemi sessuali, amori sbagliati e tanti psicofarmaci. Un piccolo gioiello con un ottimo cast.

Molto mestiere negli ultimi anni ma sempre delle belle pellicole: tutti siamo affezionati al Carlo ’80 ’90 e spesso tralasciamo gli ultimi lavori: Posti in piedi in paradiso del 2012 è una commedia brillante ed azzeccata con il grande Marco Giallini e l’onnipresente Favino.

Grazie Carlo

Verdone ha saputo raccontare l’Italia degli ultimi 40 anni come nessun altro: ci hanno provato in tanti ma il simpatico cinismo che hanno i suoi personaggi (e quelli che dirige) sono inarrivabili. La sua grandezza è spesso prestarsi come spalla per illuminari i co-protagonisti: penso a Mario Brega e le sue olive, penso al dialogo con Micione in Acqua e Sapone e penso ai Dialoghi con Albertone in in viaggio con Papà, una sorta di passaggio di testimone tra i due grandi della commedia. Io sono un inguaribile nostalgico, e se devo scegliere scelgo il Verdone anni ’80, non disdegnando però tutta la sua cinematografia.

TOP 10 CARLO VERDONE

1- Borotalco

2- Compagni di Scuola

3- Acqua e Sapone

4- In viaggio con Papà

5- Al Lupo al Lupo

6- Bianco Rosso e Verdone

7- chili in 7 giorni

8- Un Sacco Bello

9- Cuori nella tormenta

10- Ma che colpa abbiamo noi

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *