Sei serie Tv da non perdere

Sei serie, poche righe per presentarvele, per tutti i gusti. Buona visione.

Samurai Gourmet

(Netflix)

Takeshi va in pensione e si dedica al cibo, accompagnato da un Samurai immaginario che altro non è che la sua rappresentazione. Simpatica serie giapponese che vi farà scoprire qualche buon piatto e vi strapperà più di un sorriso. Ideale per chi ha poco tempo, gli episodi durano 20 minuti. Kampai!

Fargo (terza stagione)

(Amazon Prime)

Sbarca su prime Fargo, la serie tratta dal film dei fratelli Cohen che tanto ha fatto parlare di sé. Questo per le prime due stagioni, la terza è stata immeritatamente un po’ snobbata da pubblico e critica. Vi consiglio di recuperarla immediatamente: un grande Ewan McGregor in un doppio ruolo per una drammatica storia(vera) ambientata in Minnesota.

I May Destroy You

(BBC one e HBO)

Una delle serie di questo 2020, una vera e propria guida alla sopravvivenza in questo mondo assurdo. Vorrei scrivere di più ma è talmente bella e complessa che meriterebbe pagine, non qualche riga Il mio consiglio è di vederla: Michaela Cohel è straordinaria sia nella scrittura che nella recitazione.

Giri/Haji

(Netflix)

Ambientata tra Tokyo e Londra, questa serie dall’apparenza Crime ha una miriade di sottotesti. Il senso del dovere e della vergogna giapponese si scontrano con la Britishness della favolosa Kelly McDonald. Giri/Haji ha incantato chiunque l’abbia vista, non fatevela sfuggire.

Start Up

(Amazon Prime)

Miami, truffe e criptovalute. Le tre stagioni di Start Up scorrono bene, la trama è interessante e gli attori sanno fare il loro mestiere(Martin Freeman e Adam Brody tra i protagonisti). Se volete fare un salto nel caldo della Florida e scoprire il mondo dei Bitcoin e quartieri incredibili come Little Haiti dategli una chance.

Gangs of London

(Sky Atlantic)

Londra, violenza e ancora violenza. Una city quasi Dickensiana per la sua perfidia, questa è una delle serie da non perdere. C’è chi ha detto Peaky Blinders ambientata nel terzo millennio: guardatela e mi saprete dire.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *